Tutti i musei da visitare a Firenze

Si dice che Firenze non sia (solo) una città d’arte, ma un’opera d’arte lei stessa. Ed è proprio così: anche ciò che apparentemente può sembrare insignificante in realtà non lo è. Per esempio, nell’elegantissima Piazza della Signoria, su un mattone di Palazzo Vecchio, all’angolo con Via della Ninna, c’è un’incisione che ritrae un volto maschile. La figura fu scolpita dal grande Michelangelo Buonarroti in persona che, alla vista di un condannato a morte, rimase impressionato dal suo sguardo triste e decise di lasciarne una traccia indelebile in una delle piazze più belle al mondo.

Insomma, anche i muri e le pavimentazioni del centro storico, se potessero parlare, avrebbero davvero tante storie interessanti.

Firenze è un vero e proprio museo a cielo aperto e il problema di ogni persona che viene a visitare questa affascinante città è l’imbarazzo della scelta. “Da dove inizio?” è la domanda più gettonata.

I grandi MUST!

Galleria degli Uffizi

Al primo posto in assoluto tra tutti i musei di Firenze c’è la Galleria degli Uffizi, nel cuore della città, che racchiude una collezione ineguagliabile di capolavori leggendari e di grande valore.

L’edificio stesso è una delle architetture italiane più importanti del ‘500: su commissione del Duca di Firenze Cosimo I de’ Medici fu realizzato da Giorgio Vasari, una delle personalità di spicco dell’epoca per l’architettura, pittura e critica d’arte.

E’ considerato uno dei più importanti musei al mondo non solo per la quantità delle opere raccolte ma anche per le personalità che le realizzarono. Non basterebbero anni per conoscerle, contemplarle e ammirarle.

Sicuramente tra i grandi artisti c’è Sandro Botticelli, uno dei maggiori esponenti del Primo Rinascimento, il movimento artistico incentrato sull’espressione della bellezza dell’antichità classica. Tra le opere più rilevanti: “La nascita della Venere” e “La Primavera”.

Come non citare Michelangelo Buonarroti. Per lui scultura e pittura si dovevano fondere insieme: la monumentalità dei corpi nudi viene racchiusa in magnifici quadri come il Tondo Doni, esposto nella Galleria.

E poi Raffaello Sanzio, l’allievo che superò il maestro e Leonardo da Vinci, il genio assoluto a cui è dedicata un’intera sala della Galleria.

Oltre alle personalità già citate se ne aggiungono numerosissime altre come Caravaggio, Giotto, Tiziano, Andrea del Sarto e molti altri ancora.

Palazzo Pitti e la sua Galleria Palatina

Un altro must tra i musei da vistare a Firenze è senz’altro la Galleria Palatina di Palazzo Pitti.

Il Palazzo fu residenza prima dei Granduchi di Toscana e poi dei Re d’Italia arrivando oggi a posizionarsi come il complesso monumentale più grande di Firenze. La Galleria è uno dei più bei saloni del Palazzo e ospita capolavori artistici del Barocco e del Rinascimento. 

Qui si trovano opere di grandi artisti come Carlo Dolci, autore della “Madonna col Bambino” (o Vergine che porge il Bambino), Rutilio Manetti, I fratelli Jacopo e Francesco dal Ponte detti i Bassano.

Il Corridoio Vasariano

Il Corridoio Vasariano è un importante costruzione architettonica che collega la Galleria degli Uffizi con Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli. Come si evince dal nome fu realizzato da Giorgio Vasari con la funzione di via di fuga per i Medici in caso di attacco.  Raramente è possibile accedervi perché spesso è chiuso al pubblico ma se si ha la grande fortuna di poterlo attraversare è un capolavoro architettonico che anche l’occhio meno esperto non può rimanerne indifferente.

Museo delle Cappelle Medicee in San Lorenzo

Le cappelle medicee nascono come luogo di sepoltura della famiglia Medici, attualmente uno dei musei più importanti nella città di Firenze. Si trovano in una porzione della basilica di San Lorenzo nell’omonima piazza, vicino al Duomo di Santa Maria del Fiore.

Le cappelle medicee costituiscono uno dei punti chiave della storia e dell’arte fiorentina: la Sagrestia Nuova, progettata e realizzata da Michelangelo, e la Grande Cappella dei Principi, dove sono sepolti i granduchi con i loro familiari, sono le parti principali del complesso e gli elementi artistici che le caratterizzano sono le sculture e i marmi.

Recentemente è stata scoperta una stanza segreta di Michelangelo Buonarroti nei sotterranei sottostanti alle cappelle e dove sulle pareti si trovano numerosi schizzi dei suoi capolavori. L’artista si rifugiò in questa stanza per diversi mesi, a causa di possibili ritorsioni da parte dei Medici per aver sostenuto il governo che li aveva cacciati da Firenze.

La Galleria dell’Accademia

La Galleria dell’Accademia è conosciuta soprattutto perché ospita alcuni tra le più importanti opere di Michelangelo Buonarroti; in realtà le opere del celebre artista sono solo 7, ma tra queste spicca il famosissimo David di Michelangelo.

La Galleria dell’Accademia non ospita solo opere rinascimentali toscane e italiane ma spazia anche ad altri generi e opere di altre nazioni come una collezione di icone russe e, per gli appassionati di musica classica, ospita strumenti d’epoca degli Asburgo Lorena come il pianoforte verticale più antico esistente e una collezione di strumenti di Stradivari.

Museo del Bargello…scultura, scultura, scultura.

L’anima del Museo del Bargello è la scultura: si può infatti ammirare una collezione di statue rinascimentali considerata tra le più pregevoli al mondo e che comprende capolavori di Donatello, Michelangelo, Cellini, Ghiberti.

Museo di Palazzo Vecchio.

Palazzo Vecchio non è solo un museo, ma è il simbolo della città Fiorentina, in quanto sede del comune. L’edificio condensa perfettamente l’architettura civile trecentesca cittadina dove, nelle bellissime sale, i più grandi artisti italiani celebrarono la storia della città.  È uno dei palazzi civici più famosi al mondo dove tantissimi aspiranti sposi desiderano e sognano di potersi sposare. Sicuramente ciò che si nota per prima trovandosi davanti alla facciata è la Torre di Arnolfo di Cambio che, se la si osserva bene, non è perfettamente centrata tra le merlature, particolare realizzato volutamente per motivi di prospettiva. La torre è aperta al pubblico e si può visitare così come il Salone dei 500, la sala più grande non solo di Palazzo Vecchio ma anche d’Italia per la gestione del potere civile.

Il Grande Museo del Duomo di Firenze 

La cattedrale di Santa Maria del Fiore, meglio conosciuta come Il Duomo di Firenze, è l’opera architettonica a carattere religioso più maestosa di Firenze, oltre ad essere il simbolo della città.

 Quando si parla del Duomo, due nomi ci vengono subito alla mente: Brunelleschi e Giotto. Perché?

Brunelleschi per la cupola, in architettura un vero e proprio miracolo, un capolavoro “sopravvissuto” a fulmini, terremoti e soprattutto ai secoli. La Cupola di Brunelleschi è la più grande cupola in muratura mai costruita e la sua bellezza sta nella perfezione architettonica, avvenuta senza basi di appoggio a causa delle sue dimensioni. Considerando i mezzi disponibili all’epoca sono nate molte ipotesi, ancora non del tutto spigate, su come sia stato davvero possibile realizzarla. 

Ma cosa è la cupola senza il suo campanile? O meglio, il Campanile di Giotto, che è considerato il più bello d’Italia con i suoi marmi bianchi, rossi e verdi. Il Campanile e la Cupola sono visitabili entrambi ed è permesso salire fino alla cima: la vista è mozzafiato.

Infine, il Battistero, sempre in Piazza di Santa Maria del Fiore, completa questo quadro architettonico. E’ una tra le più antiche chiese fiorentine che fonde fede, arte e storia rendendola particolarmente affascinante.

In viaggio coi bambini? Ecco i musei di Firenze kid-friendly

Firenze è una città piena di risorse ed esistono tanti luoghi, anche a cielo aperto, che i più piccoli potranno apprezzare e dove si potranno divertire spensierati.

Giardini di Boboli

Al primo posto nella classifica dei musei adatti ai bambini a Firenze ci sono i Giardini di Boboli. Perché? Con le loro statue, le fontane con giochi d’acqua e i labirinti di siepi i bimbi potranno correre e giocare a nascondino. Divertimento assicurato!

Museo Galileo

Avete a che fare con un piccolo scienziato? Se la risposta è sì, allora il Museo Galileo fa al caso vostro! Situato a pochi passi dalla Galleria degli Uffizi il Museo Galileo è interessante per i più piccoli grazie alle installazioni e ai laboratori multimediali, tutti interamente dedicati alla scienza. Esperienza da non perdere!

Acquisto dei biglietti per i musei fiorentini

Per visitare i Musei è consigliato acquistare i biglietti online perché in alcuni casi permettono di saltare le code chilometriche. I biglietti degli Uffizi sono disponibili anche presso l’infoPoint del Norcenni Girasole Village.

Qui i link ufficiali dei siti dei musei su cui acquistare i biglietti:

Uffizi e Palazzo Pitti
https://www.uffizi.it/gli-uffizi

Cappelle Medicee
http://www.bargellomusei.beniculturali.it/musei/2/medicee/
Galleria dell’Accademia
http://www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it/
Museo del Bargello
http://www.bargellomusei.beniculturali.it/
Museo del Duomo
https://www.ilgrandemuseodelduomo.it/monumenti
Museo di Palazzo Vecchio
https://cultura.comune.fi.it/pagina/musei-civici-fiorentini
Il Grande Museo del Duomo
https://www.ilgrandemuseodelduomo.it/monumenti
Giardini di Boboli
https://www.uffizi.it/giardino-boboli/
Museo Galileo
https://www.museogalileo.it/it/

Non si può venire a Firenze senza visitare almeno uno di questi capolavori, quindi zaino in spalla che si parte alla scoperta dei musei fiorentini da non perdere!

Ti suggeriamo

queste strutture

Le nostre scelte

Ti suggeriamo queste strutture

#change_passwod

Password modificata

Recupera password

Ti abbiamo appena inviato una nuova password per accedere al sito. Controlla la tua email.

Il presente sito web utilizza cookie per il funzionamento dello stesso e per registrare dati legati alla generazione di statistiche su Google Analytics. Per saperne di più o per negare il consenso all'utilizzo di tutti i cookie clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il presente banner si acconsente all'utilizzo.

Chiudi