Mangiare a Roma

Stai organizzando la tua vacanza a Roma e ti chiedi: quali sono i migliori piatti della tradizione romana?

Comincia a pensare anche al palato e ai migliori piatti da ordinare nei ristoranti tipici, per gustarti le specialità gastronomiche romane.   

I piatti tipici romani derivano nella maggior parte dei casi da una tradizione rurale e per questo sono molto nutritivi, perché i contadini potessero sostenere i lavori nel campo. Grazie alle donne di casa, che hanno saputo tramandare di generazione in generazione le ricette originali, ancora oggi è possibile gustare i sapori autentici della cucina di Roma. 

Specialità romane

Gli italiani amano mangiare e la loro cucina è conosciuta e adorata in tutto il mondo. E Roma, la capitale di Italia, non è certo da meno! 

I piatti da assaggiare a Roma sono tanti e variegati: dai contorni ai secondi di carne, passando, ovviamente, dalla pasta, il caposaldo della dieta romana.

 

Curioso? Ecco alcune ricette romane da provare assolutamente!

Carbonara

Cominciamo dai primi piatti. E non un primo qualunque! 

La pasta alla Carbonara: tipica del Lazio, amata in tutto il mondo, tutto tranne che light!

Una ricetta apparentemente facile, con pochi ingredienti eppure difficili da amalgamare:

- La pasta, prima di tutto, spaghetti o rigatoni

- Il guanciale, o secondo altri la pancetta (il dibattito sulla questione è particolarmente acceso)

- Uova

- Pecorino, chiaramente, romano

- Sale e pepe

L’origine del gustoso e avvolgente primo rimane avvolta dal mistero. C’è chi ne attribuisce l’invenzione ai carbonai (carbonari in romanesco) per gli ingredienti facilmente reperibili e soprattutto facilmente conservabili, e chi, invece, seguendo l’ipotesi alleatane rivendica un’origine statunitense. 

In ogni caso, chiunque sia stato il genio che per primo ha amalgamato ad arte questi ingredienti, ha dato vita a un piatto amatissimo, squisito e con il maggior numero di varianti all’estero, a testimonianza della popolarità della ricetta!

Pasta alla gricia

La pasta alla gricia, è un piatto meno famoso rispetto al precedente ma adorato dai romani. Detta anche “amatriciana bianca”, la gricia è una variante senza pomodoro di quest’ultima e viene tradizionalmente servita con i bucatini, spaghetti grossi e forati al centro, come suggerisce il nome.  

Gli ingredienti? Cipolla per il soffritto, pecorino romano, guanciale, sale e pepe. Ancora una volta, una ricetta semplice, eppure non banale. 

Spaghetti cacio e pepe

Ebbene sì: un altro piatto di pasta! Per concludere il trio di primi, assaporiamo gli spaghetti cacio e pepe

La ricetta è composta da tre soli ingredienti: pasta, formaggio e pepe. 

Ecco qualche segreto della preparazione: 

- Non si può certo scegliere un formaggio qualsiasi. L’eletto è chiaramente il pecorino romano, grazie alla cremina che si crea se mescolato con l’acqua. 

- La pasta deve essere scolata molto prima del tempo di cottura indicato e poi finita in padella. Solo così si riesce a ottenere la consistenza giusta del piatto.

- Il pecorino grattugiato va aggiunto solo alla fine, a fuoco spento, perché si sciolga solo con il calore della pasta e un po' di acqua di cottura. 

Trippa alla Romana

Dopo un bel primo, è ora di passare ai secondi. 

Il primo piatto di carne proposto ha origine dalla tradizione povera, composto dalle parti meno pregiate ma non meno buone: le interiora. Era quello che rimaneva ai contadini dopo aver venduto i tagli di carne migliori ai più agiati. 

Non tutti trovano il coraggio di assaggiare la trippa, scoraggiati dall’aspetto. Ma chi la prova, non se ne pente mai!  

Benché la trippa sia cucinata in tutta Italia con ricette tra loro diverse, quella “romana” è caratterizzata dall’odore di mentuccia, il guanciale e —indovina un po'? —da una abbondante spolverata di pecorino romano!

La tradizione vuole che la trippa sia servita il sabato a pranzo, ma perché rinunciarci il resto della settimana? 

Saltimbocca alla Romana

Ecco un altro piatto romano noto in tutto il mondo. Forse per la sua semplicità e la sua tradizione casalinga, forse per il suo gusto delizioso. 

Originariamente, i saltimbocca erano un must della cucina di festa, durante le celebrazioni e le occasioni speciali. 

La ricetta è attestata anche nel famosissimo manuale di Pellegrino Artusi, considerato la prima trattazione gastronomica dell’Italia Unita. Secondo l’Arte di mangiar benedi Artusi, le bracioline di vitella «alla grossezza di mezzo dito» primavengono condite con sale e pepe, poi ci si pone «mezza foglia di salvia (una intera sarebbe di troppo) e sulla salvia una fettina di prosciutto […]». 

La pinsa, una pizza speciale

La pinsa romana non è solo una variante della classica pizza, ma ne è l’antenata! 

Morbida all’interno e croccante all’esterno, la pinsa, grazie alle 24 ore di lievitazione della pasta e al mix di farine, è molto più digeribile della più nota pizza.

Ma perché si chiama pinsa? Il termine viene dal latino pinsere, letteralmente “allungare”. Infatti, a causa del suo utilizzo ai tempi dell’Impero Romano, la tipica focaccia assunse una forma ovale, simile a un vassoio, dove adagiare preparazioni di carne sugose. 

Oggi, viene servita con salumi tipici, verdure e formaggi romani. 

 

Insomma, per capire appieno le differenze tra la pinsa romana e la pizza tradizionale, non resta che provarle entrambe! 

Carciofi alla giudia

Finiamo con un tipico contorno della capitale di Italia: i carciofi alla giudia

L’eccellenza di questo piatto risiede non solo nella ricetta ma anche nel prodotto stesso. Infatti, si tratta di una tipologia specifica di carciofi, i cimaroli, anche dette mammole. Questi sono tondi, grandi e soprattutto privi di spine per una degustazione confortevole!

Il piatto golosissimo nasce nel ghetto ebraico di Roma in età antica eppure ancora oggi sono uno dei piatti favoriti degli italiani. 

Come sono cucinati? In tanto olio di semi, fritti interi e poi sale e pepe. 

 

Hai già l’acquolina in bocca? 

Adesso sai cosa ordinare quando ti accomoderai in una delle tante trattorie tipiche della città di Roma.

Buon appetito!

Le nostre scelte

Ti suggeriamo queste strutture

I Pini Family Park

Fiano Romano - Mostra sulla mappa

I Pini Family Park è il villaggio pensato per una vacanza lontani dal caos cittadino senza rinunciare ai comfort della vita quotidiana, ideato a misura di famiglie e gruppi...

Scopri di più
Servizi principali

Fabulous Village

Situato al crocevia fra la città di Roma ed il mare del Lazio, Fabulous Village ti permette di scegliere ogni mattina fra il sole della spiaggia e l’arte della capitale...

Scopri di più
Servizi principali

Roma Camping in Town

A pochi passi da Roma Camping in Town quello che ti aspetta è la scoperta della Capitale d’Italia: la Roma della Dolce Vita, un salto agli antichi fasti, ammirando i più belli monumenti dispersi in ogni angolo della città...

Scopri di più
Servizi principali
-->
Altomincio Family Park
Altomincio Family Park
Lago di Garda

I Pini Family Park
I Pini Family Park
Fiano Romano

Norcenni Girasole Village
Norcenni Girasole Village
Chianti

Park Albatros Village
Park Albatros Village
Costa toscana

Fabulous Village
Fabulous Village
Roma

Jolly Camping In Town
Jolly Camping In Town
Venezia

Firenze Camping In Town
Firenze Camping In Town
Firenze

Roma Camping In Town
Roma Camping In Town
Roma

Plus Berlin
Plus Berlin
Berlino

Plus Florence
Plus Florence
Firenze

Plus Prague
Plus Prague
Praga

Eventi e meeting

Da noi puoi organizzare feste, aperitivi, cene aziendali e incentive. Organizza il tuo evento in un ambiente spazioso, con tutti i servizi che ti servono, e circondato da un contesto affascinante.

#change_passwod

Password modificata

Recupera password

Ti abbiamo appena inviato una nuova password per accedere al sito. Controlla la tua email.

Il presente sito web utilizza cookie per il funzionamento dello stesso e per registrare dati legati alla generazione di statistiche su Google Analytics. Per saperne di più o per negare il consenso all'utilizzo di tutti i cookie clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il presente banner si acconsente all'utilizzo.

Chiudi