Itinerario nel Chianti Fiorentino

Montefioralle, Greve in Chianti e Panzano

Itinerario nel Chianti Fiorentino, prima tappa Montefioralle

Parrebbe che il nome originale fosse stato Monteficalle, probabilmente per le piante di fico che ricoprivano le colline attorno alle mura. Successivamente il nome è stato cambiato in Montefioralle, sicuramente più elegante ed aristocratico e senz’altro più apprezzato dai nobili che qui vivevano.

Montefioralle fa parte de I Borghi più belli d’Italia, un gioiello del comune di Greve in Chianti, nella provincia di Firenze.

Foto credits: Ristorante la Castellana, Montefioralle

Un luogo che mantiene intatto il suo fascino, grazie anche alla posizione privilegiata di cui gode ed al fatto che la popolazione nel tempo si sia spostata ai piedi del borgo, andando a creare il paese di Greve in Chianti.

Passeggiando lungo la strada attorno al borgo si incontra una vecchia casa contrassegnata da una “V” e da una vespa (l’insetto): la casa sarebbe appartenuta al navigatore ed esploratore Amerigo Vespucci, natio di Greve in Chianti.

Il borgo si è sviluppato attorno al castello, assumendo per questo una forma ellittica: l’imponente edificio domina la collina superiore al fiume Greve ed è uno dei più antichi villaggi della Toscana.  È composto da una strada principale dalla quale si diramano poi tantissimi vicoletti che portano alle porte delle antiche case in pietra. Tutto intorno, le mura che prendono la forma del borgo.

Montefioralle è animato e vivo, soprattutto in estate, da manifestazioni e sagre di vario tipo. La più famosa, la Festa della Frittella, che si tiene a marzo nella settimana di San Giuseppe: palline di riso cotto nel latte con uova e zucchero e fritte nell’olio. Ad accompagnare questi buonissimi dolcetti, il celebre Vin Santo del Chianti.

Seconda tappa a Greve in Chianti: il Castello di Verrazzano e la macelleria Falorni

Foto credits: Castello di Verrazzano

Greve in Chianti, a pochi chilometri da Montefioralle, è uno dei paesi italiani più estesi e la città principale del Chianti fiorentino. Fulcro dell’industria vinicola locale, Greve in Chianti fu dimora del celebre esploratore Giovanni da Verrazzano, che visse nel castello omonimo a 3 km dal centro del paese. Oggi il castello di Verrazzano domina una tenuta storica di 220 ettari, dove si producono Chianti Classico, Vin Santo, grappa, olio d’oliva e miele.

La piazza è il punto focale del paese, ricca di negozietti e botteghe, tra cui la più celebre sicuramente l’ Antica Macelleria Falorni, che dal 1729 produce specialità norcine toscane. Una vera e propria istituzione grevigiana e punto di sosta obbligato per qualunque viandante che attraversi il Chianti. Da provare assolutamente i salumi tipici toscani quali la finocchiona sbriciolano, il capocollo, la gota, il rigatino e le specialità a base di carne di cinghiale, il tutto da abbinare al pane toscano. 

Panzano in Chianti: a pranzo dal Cecchini, il macellaio poeta

Da Greve scendiamo in direzione di Panzano in Chianti per circa sette chilometri, lungo la strada dei Poggi, dalla quale si ammirano paesaggi mozzafiato.

Arrivati all’antico paese di Panzano potete visitare la Chiesa di Santa Maria dell’Assunta che vanta una suggestiva scalinata in pietra ed è perfetta per fare da sfondo a bellissime foto ricordo.  Passeggiando tra le stradine del borgo sembrerà come di essere catapultati in un’altra epoca.

Una sosta obbligatoria è dal Macellaio Poeta, i’Cecchini, l’uomo che declama versi alla ciccia e odi alla bistecca.

È sicuramente il personaggio più famoso di Panzano che oltre a gestire il ristorante con piatti di carne di assoluta qualità , conduce anche l’attigua ed antica macelleria in cui è possibile acquistare le carni e salumi prodotti e mangiare, sedendo ad una tavola comune, dove il menù è a discrezione del padrone di casa.

Dove dormire nel Chianti


Il modo migliore per godere e apprezzare le bellezze del Chianti è farne la base del proprio soggiorno in Toscana.

Se avete qualche giorno in più di tempo, approfittatene per scoprire più accuratamente questa meravigliosa regione. Non solo i borghi, le chiese ed i castelli; ciò che più caratterizza questo bel territorio sono i paesaggi delle colline, dei loro vigneti ed oliveti da ammirare tutti d’un fiato, intervallando gustose soste in una delle numerose cantine che offrono degustazioni e vendita di vino e prodotti tipici.

Un consiglio su dove dormire nel cuore della Toscana?

Il Norcenni Girasole è un villaggio dotato di ogni comfort: parchi acquatici da sogno, aree sportive, ristoranti, bar, pizzerie, noleggio bici e mtb, supermarket e centro benessere. Il villaggio è circondato da verdi colline e offre sistemazioni che spaziano dagli appartamenti e le camere arredati in tipico stile toscano, alle case mobili e bungalow dotati di ogni comfort.

Il Norcenni Girasole rappresenta la base ideale per partire alla scoperta del Chianti ma anche delle città di Arezzo, Siena e Firenze.

Ti suggeriamo

queste strutture

Le nostre scelte

Ti suggeriamo queste strutture

Norcenni Girasole Village

Norcenni Girasole Village è tutto ciò di cui hai bisogno per una vacanza completa all’insegna del divertimento. Immerso nel verde delle colline toscane, a pochi chilometri dalla splendida Firenze...

Scopri di più
Servizi principali

#change_passwod

Password modificata

Recupera password

Ti abbiamo appena inviato una nuova password per accedere al sito. Controlla la tua email.

Il presente sito web utilizza cookie per il funzionamento dello stesso e per registrare dati legati alla generazione di statistiche su Google Analytics. Per saperne di più o per negare il consenso all'utilizzo di tutti i cookie clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il presente banner si acconsente all'utilizzo.

Chiudi